Psicologa Roma by

Mediazione familiare

Mediazione Familiare

 

E’ un percorso breve e strutturato finalizzato ad aiutare la coppia separata, o in via di separazione, a riorganizzarsi raggiungendo degli accordi sull’affidamento dei figli ed, eventualmente, anche sugli aspetti materiali.

 

Si tratta dunque di uno spazio in cui, sotto la guida di un terzo neutrale (il mediatore), si punta al raggiungimento di un obiettivo molto concreto (gli accordi), passando attraverso un processo di negoziazione in cui possano trovare ascolto i bisogni di tutti i membri della famiglia, con particolare riguardo per quelli dei figli. In questo processo è dunque centrale il tentativo di dare sostanza e concretezza alla tutela del diritto alla co-genitorialità sancito dalla legge sull’affido condiviso (legge 54/2006).

Alcuni aspetti o questioni che la coppia può scegliere di negoziare:

  • Comunicazione della separazione ai figli
  • Affidamento dei figli (regolazione dei tempi e dei modi)
  • Vacanze e frequentazione tra i figli e i componenti delle due famiglie d’origine
  • Relazione dei figli con gli eventuali nuovi compagni dei genitori
  • Assunzione degli impegni economici per i figli
  • Assegnazione della casa coniugale

Alcuni vantaggi:

  • espressione delle emozioni ed elaborazione del lutto della separazione
  • miglioramento delle capacità comunicative della coppia (ciò ha funzione preventiva: di fronte a nuove esigenze i due ex-partner saranno in grado di trovare nuove soluzioni autonomamente, con flessibilità).
  • possibilità di elaborare gli accordi autonomamente (senza deleghe all’autorità giudiziaria) dunque con attenzione ai propri specifici bisogni e in modo paritario (senza imposizioni del genitore economicamente o emotivamente più forte). 
  • tempi e costi (economici ed emotivi) ridotti rispetto alle lunghe e dolorose controversie giudiziarie

 

Per maggiori info si rimanda all’articolo presente nel blog

Il percorso si articola in circa 10 incontri e può essere preceduto da un paio di sedute in cui viene valutata la “mediabilità” della coppia, in relazione a una serie di variabili tra cui il livello di conflittualità presente.

 

La separazione non è tanto un’opera e un lavoro individuale,
quanto piuttosto un’impresa di coppia.
Come insieme le persone si sono legate,
così insieme hanno il compito di separarsi
(V. Cigoli)